Vai al contenuto

Fatti, segreti e miti sullo spazio e l’universo

    Scopri le nostre idee regalo per Uomo, Donna, Bambina et Bambino, Ragazza et Ragazzo.

    Il dibattito scientifico è sempre acceso. Per ogni argomento, ci sono centinaia di ricercatori che hanno opinioni direttamente opposte. I fatti interessanti sullo spazio esterno non fanno eccezione: anche se solo 566 persone sono state lì dal primo volo di Yuri Gagarin nel 1961, ci sono molte più teorie e versioni sulla struttura dello spazio e dell’universo. Grazie al desiderio degli scienziati di condurre ricerche specificamente spaziali, la gente sa più cose sullo spazio che sugli oceani del mondo.

    A poco a poco, i segreti vengono svelati e i miti dissipati. Ma non ci sono ancora abbastanza fatti affidabili per dire che la gente ha una comprensione corretta e completa di come funziona lo spazio esterno, nonostante centinaia di programmi e studi spaziali. Lo spazio nasconde ancora molto all’umanità e ci saranno sicuramente molte altre scoperte sorprendenti a venire. Nel frattempo, anche alcuni fatti ben noti vengono messi in discussione.

    Top 10 fatti interessanti sullo spazio

    Dieci fatti interessanti sullo spazio e sull’universo che forse non conoscevi:

    1. Solo il 5% dell’universo è stato esplorato dall’uomo, e la ragione non è nemmeno che non ci sono abbastanza risorse per fare di più. L’universo è in linea di principio visibile al 5% e il restante 95% è materia ed energia oscure che non possono essere esplorate nemmeno con la tecnologia più avanzata.

    2. Non tutta la crescita è buona per tutti. Se una stella inizia a crescere rapidamente, la fine del corpo celeste non è lontana.

    3. Nello spazio, anche gli odori sono diversi. La fragranza delle rose fiorite sullo Space Shuttle Discovery, sebbene ancora piacevole, era molto diversa dall’odore delle rose terrestri. Questo è facile da spiegare: la differenza nel profumo delle piante deriva dalla differenza di temperatura e umidità sulla Terra e all’interno della navicella.

    4. Il Sole è 300.000 volte più grande del nostro pianeta. L’anguria e la prugna hanno circa la stessa differenza di dimensioni.

    5. Ci sono vere e proprie stelle giganti nello spazio, 8 o più volte la massa del sole. Queste stelle sono chiamate stelle di neutroni perché sono così dense che solo una manciata di materia di stelle di neutroni può facilmente superare le montagne più alte della terra.

    6. I corpi celesti sono diversi l’uno dall’altro, ma appaiono secondo le condizioni prevalenti su un particolare corpo celeste: da qualche parte imperversano gli uragani, in altri luoghi non c’è alcun vento, alcuni oggetti astronomici sono molto caldi, in altri fa eternamente freddo. La topografia e la struttura della superficie del corpo celeste dipendono dalle condizioni meteorologiche. Solo Miranda, il satellite di Urano, sembra il figlio di Frankenstein – il satellite sembra essere stato assemblato, come un kit di costruzione, dalle parti di diversi pianeti. Miranda ha un aspetto così strano a causa della sua collisione con un asteroide.

    7. La mancanza di gravità nello spazio rende impossibile far bollire l’acqua. L’acqua che si cerca di far bollire andando nello spazio si trasformerà in un’enorme bolla che si muove come un’onda.

    8. Due pianeti del sistema solare si distinguono dal resto: Venere e Mercurio non hanno un solo satellite.

    9. Ci sono più stelle nello spazio che granelli di sabbia sulla Terra.

    10. La stella più luminosa dello spazio è Sirio, che è circa 22 volte più luminosa del Sole. Misurare la luminosità di Sirio in familiarità con la Terra cd/m² (lux) non è possibile – gli astronomi misurano solo la luminosità e la luminosità della stella. La luminosità si misura in magnitudini stellari: Sirio ha una luminosità di -1,44m (magnitudine stellare). La luminosità delle stelle dipende dalla loro distanza dal nostro pianeta.

    Il primo volo nello spazio: i fatti

    Lo spazio fu conquistato nel 1961, il primo cosmonauta sovietico fu Yuri Alekseyevich Gagarin – anche un bambino conosce questi fatti nell’ex Unione Sovietica. Ancora prima, due cani sono volati nello spazio – molte persone sanno anche di questo.

    Ma la prima creatura ad andare nello spazio fu un cane Laika. Il 3 novembre 1957 Laika andò nello spazio a bordo dello Sputnik 2 e morì 6 ore dopo a causa del surriscaldamento della capsula in cui si trovava. Un totale di 65 animali – cani, scimmie e conigli – hanno servito il servizio spaziale nazionale. A causa di vari malfunzionamenti, 27 animali sono morti. E solo quando i voli dei cosmonauti a quattro zampe ebbero successo, decisero di mandare il primo uomo nello spazio.

    Il primo volo spaziale con equipaggio, il 12 aprile 1961, si è trasformato in un fascio di voci e leggende. Ma ci sono fatti affidabili legati al volo di Yuri Gagarin, confermati da partecipanti e testimoni degli eventi:

    1. Il capo progettista Sergey Korolev non poteva decidere per molto tempo chi sarebbe diventato il primo cosmonauta del mondo – Yuri Gagarin o German Titov. Korolev, secondo le note del suo diario, pensava che Titov fosse più preparato di Gagarin. Ecco perché il tedesco Titov fu il secondo a volare – il secondo volo era tecnicamente più difficile del primo.

    2. Non l’ultimo dei fattori nella scelta del primo cosmonauta era il fisico di Yuri Alekseyevich: “Vostok 1” aveva una capacità di carico limitata, non progettato per un uomo grande per rimanere nella nave. Gagarin era alto circa 160 cm e pesava 65 kg. La giovinezza del futuro cosmonauta era anche un vantaggio: era richiesto un pilota non più vecchio di 30 anni, Gagarin aveva 27 anni non molto tempo prima del volo.

    3. I famosi fotogrammi video della conversazione tra Gagarin e Korolev prima del lancio non furono filmati il giorno del volo, ma molto più tardi. Tuttavia, i negoziati sono stati parola per parola gli stessi di quelli che hanno effettivamente avuto luogo il 12 aprile 1961.

    4. “La Vostok 1 funzionava solo in modalità pilota automatico: non si voleva rischiare la vita umana, poiché non si sapeva ancora come il corpo avrebbe reagito alle sovralimentazioni. Era possibile passare alla modalità di controllo manuale in caso di emergenza, utilizzando un codice segreto, ma Gagarin non ne ha mai avuto bisogno.

    5. Il primo astronauta e la capsula in cui si trovava sono atterrati separatamente. La tecnologia non permetteva ancora un atterraggio morbido, quindi Gagarin dovette espellersi da 7 km sopra la superficie della Terra. L’atterraggio non ha avuto luogo a Baikonur, come previsto, ma ben 1000 km a ovest.

    Buchi neri nello spazio: fatti interessanti

    Lo spazio è pieno di misteri che l’umanità deve ancora scoprire. I buchi neri sono uno di questi misteri: sebbene siano stati scoperti nel 1916, non si sa molto sui buchi neri da allora.

    Ma alcuni fatti precisi su questi oggetti sorprendenti sono noti:

    1. Il buco nero che le persone sono state in grado di fotografare è stimato essere 3 milioni di volte più grande della Terra.

    2. nessun oggetto può fuggire da un buco nero, non importa quanto sia grande. Anche la luce sarà inghiottita per sempre da un buco nero a causa della sua superpotente gravità.

    3. le osservazioni astronomiche hanno dimostrato che i buchi neri non aspettano solo passivamente che una stella, un pianeta o un altro oggetto vi cada dentro. Le stelle vicine ai buchi neri esplodono. Gli scienziati non hanno ancora scoperto perché questo accade.

    4. I buchi neri sono di tre tipi: stellari, intermedi e supermassicci. I buchi neri stellari possono avere una massa di 5 masse solari. E la massa dei buchi neri supermassicci raggiunge diversi miliardi di masse solari.

    5. Lo spazio è un vuoto incompleto dove la propagazione del suono è quasi impossibile. Per esempio, se un uomo cercasse di urlare nello spazio, non sarebbe sentito. Nel 2003, gli astronomi hanno consegnato una notizia sorprendente: i buchi neri emettono suoni. Gli scienziati hanno scoperto perché i buchi neri non sono “muti” a differenza della maggior parte dei corpi celesti: solo loro possono propagare onde sonore a così bassa frequenza che possono essere sentite in un vuoto incompleto.

    Fatti sull’esplorazione dello spazio

    L’esplorazione dello spazio è molto più complicata del pianeta natale – non si può semplicemente fare una passeggiata e studiare la struttura di un meteorite, una cometa o un altro oggetto astronomico. Si utilizzano sofisticati veicoli con e senza equipaggio per gli esperimenti spaziali, e gli astronauti sono addestrati a sopportare sollecitazioni che una persona normale non sarebbe in grado di sopportare.

    Ma lo sforzo ripaga: grazie alla ricerca, lo spazio sta diventando più facile da capire per gli esseri umani. E gli studi pratici sono fatti fuori discussione, e qui ce ne sono solo alcuni:

    1. Il primo uomo ad andare nello spazio fu il cosmonauta sovietico Alexei Leonov. Ha dimostrato che un essere umano può galleggiare nello spazio e persino condurre esperimenti e osservazioni. 2.

    2 Tutti hanno sentito parlare dell’assenza di peso nello spazio e hanno visto filmati di astronauti che galleggiano senza sforzo all’interno di una stazione spaziale. Ma l’assenza di peso non è solo un fenomeno interessante. In assenza di peso, i muscoli e le ossa si indeboliscono perché sono poco sollecitati. Per rimanere in salute, gli astronauti prendono vitamine e fanno esercizio fisico, come l’uso di un tapis roulant appositamente attrezzato. Un altro fatto interessante è che quando una persona è a gravità zero, la distanza tra le vertebre è maggiore e l’altezza aumenta. Per esempio, il record di altezza degli adulti nello spazio era di 10 cm.

    3. i telescopi orbitanti Kepler e TESS sono stati lanciati nello spazio per rilevare e studiare gli esopianeti dove è possibile la vita. Dal 2009, i telescopi hanno trovato migliaia di esopianeti sospetti e gli studi hanno dimostrato che la vita è effettivamente possibile su circa duecento di questi pianeti.

    4. Il primo atterraggio di successo su un altro pianeta ebbe luogo nel 1970: un apparecchio scese sulla superficie di Venere e raccolse importanti dati scientifici sul pianeta.

    5. Già nel 1977, gli Stati Uniti hanno lanciato due veicoli spaziali con messaggi per i rappresentanti di altre galassie: con registrazioni di musica terrestre, discorsi umani e descrizioni della struttura del corpo dei terrestri. Le navi hanno lasciato il sistema solare nel 2007 e sono ancora in viaggio, utilizzando strumenti integrati per studiare i pianeti che incontrano.

    “Miti dello spazio”

    Miti sullo spazio a cui molte persone continuano a credere:

    1. Forse il mito più comune sul rischio costante che i veicoli spaziali siano colpiti da detriti spaziali è diventato popolare a causa delle immagini spettacolari nei film di Hollywood. In effetti, è impossibile imbattersi in detriti spaziali: gli strumenti vi avviseranno in anticipo di un oggetto in avvicinamento e aggiusteranno la vostra rotta.

    2. grazie agli stessi film, c’è una credenza popolare che un uomo nello spazio senza tuta spaziale morirà istantaneamente e dolorosamente: sarà fatto a pezzi o riceverà terribili lesioni corporali. Ma una persona nello spazio muore solo dopo un minuto a causa della mancanza di ossigeno – senza esplosioni o sangue.

    3. eravamo abituati a pensare che gli astronauti mangiassero esclusivamente da tubi con una serie molto limitata di pasti. E questo non è stato vero per molto tempo. Le persone nello spazio mangiano una varietà di primi e secondi piatti: le zuppe vengono mangiate attraverso tubi e i secondi piatti vengono mangiati con cucchiai – proprio come sulla Terra, tranne per il fatto che il cibo può volare via se non si tiene traccia di esso.

    4. Per molto tempo Venere sembrava molto simile alla Terra, e anche gli scienziati credevano che Venere potesse essere abitabile. Questa impressione è stata creata dall’atmosfera molto densa del pianeta. Quando finalmente fu possibile avvicinarsi a Venere, tuttavia, divenne chiaro che il pianeta era estremamente ostile agli intrusi e a tutta la vita per principio: il pianeta ospitava moltissimi vulcani, la sua temperatura superficiale costante era di 462 °C e le nuvole che avvolgevano Venere erano composte da acido solforico.

    5. Un mito che molti credono vero: la Grande Muraglia cinese può essere vista dallo spazio. Infatti, non può essere visto.

    Fatti sullo spazio per i bambini

    I programmi scolastici non includono lo studio dello spazio fino all’inizio delle lezioni di astronomia delle scuole superiori. Racconta al tuo bambino fatti interessanti sullo spazio che difficilmente imparerà in classe:

    1. Le stelle si raggruppano per formare enormi galassie. Gli umani vivono in una galassia chiamata Via Lattea.

    2. la vita sulla Terra è possibile grazie alla radiazione del sole. Il sole è l’unica stella del sistema solare, che comprende il pianeta su cui viviamo.

    3. Ci sono un totale di 8 pianeti nel sistema solare. Fino al 2006 si pensava che ci fossero 9 pianeti nel sistema solare, ma poi gli scienziati hanno scoperto che Plutone era troppo piccolo per essere considerato un pianeta.

    4. Tutti gli 8 pianeti ruotano in senso antiorario intorno al Sole. A causa della grande attrazione del Sole, i pianeti non possono lasciare l’asse attorno al quale orbitano e finire nello spazio esterno.

    5. I pianeti ruotano non solo intorno al Sole, ma anche intorno al proprio asse. Sei degli otto pianeti ruotano in senso antiorario, mentre Venere e Urano ruotano in senso orario.

    6. Quattro pianeti del sistema solare hanno una superficie dura che può essere calpestata. Questi pianeti sono la Terra, Venere, Marte e Mercurio. Gli altri pianeti sono composti da gas e non possono essere calpestati.

    7. La Luna è un satellite della Terra che è sempre vicino al nostro pianeta. La gente pensa di poter vedere la luce della

    Luna di notte, ma in realtà il satellite non brilla. Di notte vediamo la stessa luce del sole che vediamo durante il giorno, solo riflessa dalla luna.

    Non si sa quanto tempo ci vorrà all’umanità per svelare tutti i misteri del cosmo. Una cosa è certa, non accadrà per molto tempo. Tuttavia, noi e i nostri figli abbiamo la fortuna di vivere nel ventunesimo secolo, quando scoperte cosmiche sbalorditive accadono una dopo l’altra, e siamo testimoni di eventi che nemmeno i più talentuosi scrittori di fantascienza avrebbero potuto prevedere!

     

    I migliori regali per voi:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    error: Content is protected !!