Vai al contenuto

Nomi maschili etruschi

    Scopri le nostre idee regalo per Uomo, Donna, Bambina et Bambino, Ragazza et Ragazzo.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la A

    Arthur – nelle principali lingue europee come il tedesco, il francese e l’inglese, il nome Arturo viene usato nella forma di Arthur. L’etimologia deriva dagli etruschi per i quali Arto-wiros rappresentava l’orso-uomo; ci sono tuttavia voci che lo rimandano alla costellazione di Bootes, vicino all’Orsa Maggiore. L’onomastico cade il 15 Novembre in memoria dell’abate benedettino Arturo di Clastonburgh. è costantemente insoddisfatto, inappagato, nonostante possa avere agi e fortune nella sua vita. Ha sogni molto grandi che lo distaccano spesso dalla realtà, ma è fondamentalmente un buono che fa di tutto per accontentare le persone care.

    Arturo – pietra.

    Antonio – che combatte, affronta, precede.

    Antonello – trattasi di una delle tante varianti maschili di uno dei nomi più diffusi in Italia, vale a dire Antonio. L’etimologia è etrusca ed ha il significato di ‘combattente’. L’onomastico di Antonello segue quello di Antonio, che viene celebrato il giorno 17 gennaio in ricordo di Sant’Antonio d’Egitto. Antonello è una persona dotata di grande simpatia e forza di volontà, che preferisce la pratica alla teoria; è uno sportivo nato ed è abile anche ai fornelli. Curiosità : Antonello è la variante più comune e diffusa del nome Antonio. La sua diffusione si concentra in Sardegna, dove si ha infatti il 28,6%. Antonio è un nome dalla lunga storia, infatti la sua diffusione cominciò nel IV secolo negli ambienti cristiani per la devozione nei confronti di sant’Antonio abate. Nel corso del tempo si sono susseguiti tanti personaggi illustri in vari campi aventi il nome Antonio. Tra questi vi sono gli imperatori romani Antonino il Filosofo, conosciuto però con il nome Marco Aurelio, e Marco Antonio, sposo di Cleopatra; il fondatore del PCI, cioè del Partito Comunista Italiano, Antonio Gramsci; il compositore Antonio Vivaldi e innumerevoli santi. In campo cinematografico ricordiamo invece il celebre Antonio de Curtis, noto a tutti come Totò, e Anthony Hopkins. La storia tra Antonio e Cleopatra ha ispirato la tragedia di WIlliam Shakespeare, intitolata appunto “Antonio e Cleopatra”, la quale è stata a sua volta tradotta in un bel cortometraggio nel 1908, sotto la direzione dei registi James Stuart Blackton e Charles Kent.

    Anthony – nome inglese corrispondente al nostro italiano Antonio, si tratta di un nome gentilizio di origine etrusca che significa ‘che combatte, affronta, precede’. L’onomastico si festeggia il 13 Giugno in ricordo di Sant’Antonio da Padova. Anthony è tendenzialmente un timido, ma appena prende confidenza con le persone svela la sua indole simpatica e divertente. Ama le attività e le discipline sportive di gruppo in quanto preferisce la collaborazione alla competizione.

    Antonino – antonino è un nome maschile derivante dal nome della gens latina Antonius, di probabile origine etrusca. Si tratta di un nome gentilizio. Sant’Antonio, festeggiato il 17 gennaio e molto popolare nella tradizione italiana, era in verità egiziano. Il Santo visse 106 anni di cui 80 trascorsi nel deserto. Protettore degli animali viene invocato per la salute del corpo. L’altro grande Santo con questo nome è Sant’Antonio da Padova, la cui festa cade il 13 giugno. Viene raffigurato con un bambino in braccio e un candido giglio, simbolo di purezza. Questo Santo è patrono delle reclute, dei commercianti del vetro, dei prigionieri. Antonino viene festeggiato invece il 7 luglio in ricordo del martire sant’Antonino Fantosati. Antonino è tendenzialmente un timido, ma appena prende confidenza con le persone svela la sua indole simpatica e divertente. Ama le attività e le discipline sportive di gruppo in quanto preferisce la collaborazione alla competizione.

    Antongiulio – antongiulio è un nome derivato dall’unione di Antonio e Giulio. Il suo significato complessivo è di ‘combattente sacro a Giove’ in quanto Antonio significa ‘uomo che combatte’ e Giulio ‘sacro a Giove’. L’onomastico si può festeggiare il 17 gennaio in ricordo di Sant’Antonio, oppure il 12 aprile, in memoria di San Giulio 1 papa. Antongiulio è tendenzialmente un timido, ma appena prende confidenza con le persone svela la sua indole simpatica e divertente. Ama intraprendere nuove esperienze di vita e dimostrare costantemente la sua vivacità.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la C

    Cesare – il nome ha origine etrusca, latinizzato in Caesar, divenuto cognomen di una gens latina col significato di ‘grande’. Il nome acquistò importanza dal celebre politico e militare Caio Giulio Cesare e, dopo la sua morte, Cesare divenne titolo imperiale, adottato anche dagli imperatori tedeschi: kaiser. L’onomastico si festeggia tradizionalmente il 9 dicembre in memoria di San Cesare, uno dei settantadue primi seguaci di Cristo, poi divenuto vescovo di Durazzo. Diminutivi di Cesare: Cesarino, Cesarina. Cesario è invece un derivato che significa devoto a Cesare e a sua volta ha dato origine al femminile Cesira. L’onomastico di quest’ultima viene festeggiato il 21 luglio in ricordo dì Santa Cesira martire. I suoi tratti caratteriali sono un po’ ambigui, è una persona in continua evoluzione, cambia spesso e potrebbe sbandare con facilità. Ha quindi bisogno di una figura al suo fianco che lo conduca sulla retta via per evitare che si distragga eccessivamente.

    Cesar – nome proprio maschile comune alle lingue francese e spagnolo (in cui cambia la pronuncia), Cesar è l’equivalente italiano di Cesare. Diffuso in tutto il mondo in ricordo del valoroso condottiero Giulio Cesare, personaggio storico dell’antica Roma, il nome ha deriva dalla forma etrusca, latinizzata in Caesar (da “caesaries”, ovvero “capelli”), e si identifica con la figura dell’imperatore. Dalla forma latina a quella tedesca, il titolo di Cesare si è poi trasformato in Kaiser. Come per la versione italiana Cesare, anche Cesar può festeggiare il suo onomastico il 9 dicembre, in ricordo di San Cesare, uno dei settantadue primi seguaci di Cristo. I suoi tratti caratteriali sono un po’ ambigui, è una persona in continua evoluzione, cambia spesso e potrebbe sbandare con facilità. Ha quindi bisogno di una figura al suo fianco che lo conduca sulla retta via per evitare che si distragga eccessivamente.

    Cecil – da Cecilia (dal etrusco: cieca, invisibile).

    Camillo – nome di origine orientale col significato di ‘sacerdote, partecipante a speciali cerimonie’. Gli uomini festeggiano l’onomastico il 14 luglio in memoria di San Camillo de Lellis morto nel 1614, patrono degli ospedali, degli infermieri e degli infermi. Lo si invoca quando ci si deve sottoporre ad un intervento chirurgico. Per quanto riguarda la versione femminile invece, la prima donna a portare il nome di Camilla fu, secondo Virgilio, la regina del Volsci che aiutò Enea contro Turno. L’onomastico si festeggia il 26 luglio in ricordo della beata Camilla Gentili di San Severino Marche. Usati gli abbreviativi: Milly, Millie. Ha ideali e passioni molto forti che cerca di perseguire e far valere con forza; ha un’indole abbastanza impulsiva che lo porta spesso a scontrarsi con le persone, ma nonostante questo, quando sbaglia ammette sempre i propri errori.

    Cecilio – cecilio è la versione maschile, poco utilizzata, del nome Cecilia, il quale deriva dal latino Caecilia, cognomen di una gens latina, tratto da Caeculus e significa ‘cieco’. L’onomastico di Cecilio si festeggia il 24 luglio per ricordare il beato Cecilio Vega Dominguez, oblato di Maria Immacolata e martire a Pozuelo de Alarcón. Dotato di grande dinamismo, non sta mai fermo; la cosa che più gli piace fare è stare all’aria aperta perché lo fa sentire vivo. I suoi punti di forza sono la razionalità, la forza e la determinazione: queste particolarità lo aiutano per raggiungere il successo.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la F

    Fabiano – fabiano deriva da Fabius, patronimico di una gens romana, dall’etimologia incerta anche se di probabile origine Etrusca. Fabiano festeggia l’onomastico il 20 gennaio in ricordo di San Fabiano, vescovo e papa che nel 250 subì la decapitazione con San Sebastiano. E’ patrono degli idraulici e lo si invoca contro i disturbi cerebrali. Di indole quieta, il suo dono più grande è la gentilezza. Si dimostra cortese con tutte le persone che incontra e nelle relazioni con amici, parenti e conoscenti è sempre presente. Riesce a gestire con tranquillità ogni tipo di problema contando esclusivamente sulla propria persona.

    Fabio – fabio è un nome maschile che deriva da Fabius, patronimico di una gens romana, dall’etimologia incerta anche se di probabile origine Etrusca. Quinto Fabio Massimo detto il temporeggiatore, alla testa dell’esercito romano sconfisse Annibale nella seconda guerra punica. L’onomastico si festeggia l’11 maggio in onore di san Fabio, martire con altri compagni in Sabina. Trasmette la sua forza di vivere attraverso l’amore verso il prossimo, la generosità e la gentilezza discreta grazie alle quali riesce a conquistare numerose schiere di amici. Solare e attiva è una persona alla quale piace stare in compagnia.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la I

    Ilvo – variante maschile del nome Ilva di origine estrusca. Significa “ferro” e riprende il nome dell’isola d’Elba, chiamata Ilva, in antichità, dai romani e dai liguri.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la L

    Lucrezio – nome di origine etrusca, significa “re dei boschi”.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la M

    Milly – abbreviazione del nome Camilla.

    Mario – nome di origine volsco-etrusca, ma anche latina. Deriva infatti da Marius, tipico nome della gens Maria. Vuol dire “Sacerdote che officia” o anche “uomo, forte, gagliardo”.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la O

    Orazio – oscuro.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la S

    Sergio – nome di origine latino-etrusca. Significa “curatore, guardiano o amministratore”. L’onomastico può essere festeggiato l’8 settembre (San Sergio I papa), il 9 settembre e 24 febbraio (San Sergio di Cesarea, martire).

    Saturno – dall’etrusco: signore, re.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la T

    Tullio – alzato, sollevato.

    Nomi maschili etruschi che iniziano con la V

    Virgilio – propizio alla navigazione.

    Valentino – che � sano, forte.

    I migliori regali per voi:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    error: Content is protected !!