Vai al contenuto

Nomi maschili basci

    Scopri le nostre idee regalo per Uomo, Donna, Bambina et Bambino, Ragazza et Ragazzo.

    Nomi maschili basci che iniziano con la A

    Ageio – quello che morde

    Agoitz – colui che annuncia la primavera

    Aiant – colui che passa

    Adei – l’uomo di fuoco

    Anbortsi – colui che brilla

    Adur – colui che detiene la parola

    Aiert – l’uomo preoccupato

    Alesander – colui che detiene le acque della terra

    Ander – l’uomo solitario

    Andoni – l’uomo che salta

    Aingeru – l’uomo solitario

    Aitor – colui che porta la vita, che conduce la vita

    Alatz – quello che sorride

    Arrats – quello che tira, quello che apre a metà

    Artizar – colui che viene

    Arkaitz – l’uomo che genera

    Arnot – colui che insegna

    Aurre – il primo nome “Aurre” significa “in oro” o “davanti”.

    Auxtin – l’uomo che cerca

    Artzai – colui che domina le onde

    Auritz – colui che insegna

    Aritz – colui che governa la terra

    Antso – uno che vive in due elementi

    Antton – colui che giudica

    Aioro – colui che detiene le acque della terra

    Antone – quello che tira, quello che apre a metà

    Argi – l’uomo che si affeziona, l’uomo di casa

    Argider – quello che nasconde il fuoco

    Aralar – quello che grida

    Aratz – l’uomo che cerca

    Nomi maschili basci che iniziano con la B

    Bikendi – l’uomo sulle sue due gambe

    Bikenti – derivato da Bixente, forma basca del nome Vincent, dal latino vincens, participio passato del verbo vincere, conquistare. La sua festa: il 22 gennaio con Vincenzo il Diacono, santo spagnolo, o il 27 settembre con san Vincenzo de’ Paoli.

    Betisa – colui che brilla

    Bettiri – forma basca della pietra, dal greco petros, ‘la roccia’. Innumerevoli santi e personaggi famosi hanno portato il nome di Pietro, ma ricordiamo la storia di questo pescatore della Galilea, Simone, ribattezzato Pietro da Gesù: ‘Tu sei Pietro e su questa roccia edificherò la mia Chiesa’… A il morte di Cristo, divenne il primo vescovo di Roma dove morì crocifisso, sotto Nerone. La sua festa: 29 giugno.

    Bizen – derivato da Bixente, forma basca del nome Vincent, dal latino vincens, participio passato del verbo vincere, conquistare. La sua festa: il 22 gennaio con Vincenzo il Diacono, santo spagnolo, o il 27 settembre con san Vincenzo de’ Paoli.

    Bizente – derivato da Bixente, forma basca del nome Vincent, dal latino vincens, participio passato del verbo vincere, conquistare. La sua festa: il 22 gennaio con Vincenzo il Diacono, santo spagnolo, o il 27 settembre con san Vincenzo de’ Paoli.

    Bittor – quello che nasconde il fuoco

    Bixente – forma basca del nome Vincent, dal latino vincens, participio passato del verbo vincere, conquistare. Il calciatore Bixente Lizarazu ha ampiamente contribuito a far conoscere questo bel nome. Per i suoi figli ha scelto anche nomi baschi poiché è padre di una piccola Uhaina (che significa onda) e una piccola Tximista (fulmine). La sua festa: il 22 gennaio con Vincenzo il Diacono, santo spagnolo, o il 27 settembre con san Vincenzo de’ Paoli. I suoi derivati: Bikenti, Bizen, Bizente.

    Baleren – l’uomo di fuoco

    Barea – nella lingua araba, il nome Barea significa “colui che è eccellente e distinto”. In basco significa “frutti di mare”.

    Bakar – colui che miete

    Balendin – l’uomo del cuore

    Bergoi – colui che annuncia la primavera

    Bergon – colui che passa

    Basajaun – l’uomo del cuore

    Beraun – quello che tira, quello che apre a metà

    Nomi maschili basci che iniziano con la D

    Donaiki – l’uomo preoccupato

    Domiku – quello che sorride

    Danel – uno che vive in due elementi

    Nomi maschili basci che iniziano con la E

    Endika – l’uomo sulle sue due gambe

    Erlantz – l’uomo che si affeziona, l’uomo di casa

    Eneko – a 536 persone è stato dato il nome Eneko dal 2000. Il nome Eneko è uno dei primi nomi dati molto poco al momento. Negli ultimi 5 anni, la popolarità del nome Eneko è leggermente aumentata. Dal 1900 al 2000, il nome Eneko è stato dato a circa 73 bambini. È il 2784° nome più dato in questi anni. Poi, tra il 2000 e il 2010, sono state elencate circa 314 Eneko. La sua classifica media in questi anni è 1031. Infine, tra il 2010 e oggi, 222 bambini sono stati nominati Eneko. È l’880° nome di battesimo più dato in questi anni. La forza è senza dubbio una delle caratteristiche che si trovano nell’Eneko. Gli Eneko generalmente mostrano abilità seducenti. Si dice spesso che l’audacia è una delle qualità più amate dalle persone di nome Eneko.

    Enaitz – colui che giudica

    Etor – l’uomo che cerca

    Eztebe – colui che governa la terra

    Erramun – quello che prende

    Estebe – colui che annuncia la primavera

    Edur – etimologicamente, il nome Edur significa “bianco” o “neve”.

    Egun – in lingua basca, il nome Egun significa giorno.

    Eder – colui che giudica

    Edorta – quello che monta il cavallo

    Ekaitz – colui che trionfa

    Ekhi – uno che vive in due elementi

    Eguzki – significa “sole” in basco. Nessuna data nota per la festa.

    Ekain – quello che si nasconde

    Nomi maschili basci che iniziano con la F

    Frantzisko – colui che aspetta

    Fermintxo – quello che si affeziona

    François-Xavier – françois-Xavier è un nome originario dal latino “francus” che significa “libero” e dal basco “etchebarri” che significa “casa nuova”.

    Nomi maschili basci che iniziano con la G

    Gaïzka – forma basca del nome Salvador, che in latino significa ‘salvatore’. La sua festa: 6 agosto.

    Goran – questo nome maschile in stile bretone deriva dall’evoluzione di “Gora”, che può essere tradotto come montagna dal suo significato serbo-croato. È anche un nome basco che si riferisce alla sacra croce di questa regione.

    Gaxen – quello che tira, quello che apre a metà

    Gaxux – colui che annuncia la primavera

    Gurutz – l’uomo preoccupato

    Guxen – l’uomo preferito

    Gorka – quello che si affeziona

    Gotzon – colui che brilla

    Garzia – colui che guida, che comanda

    Gaizka – colui che governa la terra

    Gaizko – l’uomo che genera

    Garxot – il fiore segreto della Terra

    Gaixi – colui che sostiene il mondo

    Garze – l’uomo del cuore

    Garzeitz – l’uomo di fuoco

    Galindo – colui che miete

    Garikoitz – colui che domina le onde

    Nomi maschili basci che iniziano con la H

    Hodei – colui che aspetta

    Hur – l’uomo con il bastone, quello che colpisce

    Hilario – hilario significa “gioioso”.

    Haitz – quello che monta il cavallo

    Haritz – quello che sorride

    Nomi maschili basci che iniziano con la I

    Iker – l’uomo oscuro

    Ilixo – l’uomo che cerca

    Illan – nome di battesimo maschile relativamente raro, Illan significa “giovane” o “giovinezza” in latino.

    Ibai – uno che vive in due elementi

    Iban – l’uomo del cuore

    Igon – l’uomo sulle sue due gambe

    Ilunber – l’uomo che dorme al sole

    Inko – colui che domina le onde

    Irkus – colui che porta la fiamma

    Iñaki – forma basca di Ignazio, questo nome maschile significa “fuoco”. È un derivato del nome Ignace in francese, Ignacio in spagnolo e Ignazio in italiano. Può anche sostituire i nomi Eneko e Iñigo.

    Ilurbe – colui che sostiene il mondo

    Iluro – colui che governa la terra

    Imanol – questo nome è l’equivalente di “Emmanuel” in francese e “Manuel” in spagnolo. Significa “Dio è con noi” secondo le sue radici etimologiche ebraiche.

    Nomi maschili basci che iniziano con la J

    Joseba – quello che tira, quello che apre a metà

    Jon – il nome Jon deriva dal nome ebraico Yehohanan.

    Julen – julen deriva dal nome latino Iulius.

    Josu – colui che trionfa

    Janbattit – colui che brilla

    Jabier – il fiore segreto della Terra

    Jokin – quello che si nasconde

    Javier – il nome maschile Javier deriva dal termine basco etchaberri che significa “casa nuova”. È anche un nome che si trova nei paesi ispanici.

    Nomi maschili basci che iniziano con la K

    Koldobika – colui che canta la vita

    Kornelio – l’uomo con il bastone, quello che colpisce

    Kepa – quello che si affeziona

    Kismi – colui che brilla

    Nomi maschili basci che iniziano con la L

    Leheren – l’uomo preferito

    Laurendi – l’uomo oscuro

    Léandro – il nome Leandro deriva dal nome greco Leandros.

    Nomi maschili basci che iniziano con la M

    Mantxo – quello che monta il cavallo

    Mikel – l’uomo con il bastone, quello che colpisce

    Mattin – colui che aspetta

    Nomi maschili basci che iniziano con la O

    Oinatz – l’uomo oscuro

    Oilhan – il fiore segreto della Terra

    Olatz – quello che morde

    Ortzadar – quello che passa, quello che schiaccia

    Orhi – l’uomo che dorme al sole

    Otsoa – colui che miete

    Otxoa – colui che porta la vita, che conduce la vita

    Ortzi – quello che prende

    Oihan – la radice di questo nome è greca. Questo nome deriva dal greco. Questo nome significa bosco o foresta.

    Oianko – colui che porta il mondo

    Nomi maschili basci che iniziano con la P

    Pantxoa – derivato da Patxi, forma basca del nome François, dal tedesco franck che significa coraggioso. François è, in fondo, l’equivalente di ‘francese’, cioè l’abitante della Francia. Sono più di 60 San Francesco, a cui si aggiungono imperatori di Germania, re di Francia… La sua festa: il 4 ottobre per San Francesco d’Assisi (1182-1226) che dedicò la sua vita ai poveri e fondò l’Ordine di le Clarisse, e il 24 gennaio per san Francesco di Sales.

    Pello – l’uomo che salta

    Peru – quello che si nasconde

    Peli – il fiore segreto della Terra

    Patxi – forma basca del nome François, dal tedesco franck che significa coraggioso. Patxi si pronuncia Patchi. François è, in fondo, l’equivalente di ‘francese’, cioè l’abitante della Francia. Sono più di 60 San Francesco, a cui si aggiungono imperatori di Germania, re di Francia… La sua festa: il 4 ottobre per San Francesco d’Assisi (1182-1226) che dedicò la sua vita ai poveri e fondò l’Ordine di le Clarisse, e il 24 gennaio per san Francesco di Sales.

    Paxkal – colui che aspetta

    Nomi maschili basci che iniziano con la R

    Ramuntxo – l’uomo sulle sue due gambe

    Nomi maschili basci che iniziano con la T

    Txabi – colui che guida, che comanda

    Txanton – quello che grida

    Txomin – colui che trionfa

    Nomi maschili basci che iniziano con la U

    Ugaitz – quello che nasconde il fuoco

    Udalaitz – quello che si affeziona

    Urtzi – uno che vive in due mondi

    Urko – colui che viene

    Ur – l’uomo preferito

    Unai – colui che canta la vita

    Nomi maschili basci che iniziano con la V

    Vasco – vasco è tratto dal termine italiano medievale Velasco che si traduce in “il corvo” in basco.

    Nomi maschili basci che iniziano con la X

    Xabier – colui che aspetta

    Xabi – derivato dall’antico basco “etchaberri” che significa “casa nuova”.

    Xanti – colui che insegna

    Nomi maschili basci che iniziano con la Z

    Zigor – colui che porta il mondo

    I migliori regali per voi:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    error: Content is protected !!